Si avvia il progetto ACT – ACcessible Theatre

Logo PROGETTO REALIZZATO
PROGETTO REALIZZATO

Lettura, teatro e disabilità visiva, iscrizioni aperte fino all'8 ottobre

ACT – ACcessible Theatre nasce da un’idea di Fondazione LIA, Libri Italiani Accessibili, con la collaborazione di Fondazione Teatro Piemonte Europa, e con il sostegno di Fondazione CRT, Cassa di Risparmio di Torino, per coniugare la passione per la lettura, il teatro e le nuove tecnologie. Tra gli obiettivi, quello di formare, grazie all’esperienza acquisita da Fondazione LIA sull’accessibilità dei prodotti editoriali digitali, aspiranti attori non vedenti e ipovedenti sull’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie e dei formati disponibili per la lettura digitale, diffondendo la cultura dell’accessibilità mediante l’attività teatrale, offrendo la possibilità di sfruttare le potenzialità delle nuove tecnologie digitali e promuovendo il diritto alla partecipazione attiva del cittadino alla vita culturale del territorio.

I laboratori ACT hanno un taglio fortemente esperienziale:

Strumenti per la lettura digitale accessibile si terrà in via Gené 5 a Torino il 12 e il 14 ottobre dalle 9.30 alle 17.00 e avrà l’obiettivo di formare non vedenti e ipovedenti in materia di tecnologie di lettura digitale;

Recitazione e tecniche attoriali, condotto da Alberto Valente, si terrà in via Gené 5 a Torino da lunedì 19 a sabato 24 ottobre dalle 10.00 alle 15.00 e sarà finalizzato all’apprendimento delle tecniche attoriali di base;

Dall’ideazione alla messa in scena si terrà presso la sala prove del Teatro Astra in via Rosolino Pilo 6 a Torino da lunedì 26 ottobre a giovedì 5 novembre dalle 15.00 alle 19.00 ed è finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo che andrà in scena il 6, 7 e 8 novembre, sotto la guida del coordinatore artistico Gianfranco Berardi in collaborazione con Fondazione Teatro Piemonte Europa.
 

Info e iscrizioni

L’iscrizione ai laboratori è gratuita e aperta fino all'8 ottobre. Il numero massimo di partecipanti è di 12 persone, che dovranno portare il dispositivo che utilizzano normalmente per leggere. Per maggiori informazioni sul progetto e per iscriverti ai laboratori, contattaci!

Mail segreteria@fondazionelia.org  - Telefono 0289280808
 

Programma dei laboratori

Gli Strumenti per la lettura digitale accessibile

Data e sede
Il laboratorio si terrà lunedì 12 ottobre e mercoledì 14 ottobre presso la sala di Rapatika in via Gené 5 a Torino. Il corso si svolgerà secondo le seguenti modalità:
9.30-13.00: laboratorio per non vedenti
14.00-17.00: laboratorio per ipovedenti
Obiettivi e finalità
Il laboratorio ha come obiettivo il supporto per non vedenti e ipovedenti nell’uso degli strumenti digitali per la lettura e la risoluzione di eventuali problematiche nate durante l’utilizzo autonomo dei dispositivi.
Programma
Dimostrazione pratica di sistemi di lettura digitale. È necessario che i partecipanti portino il dispositivo che utilizzano normalmente per leggere.
Formatori
Alessio Lenzi (non vedenti). Programmatore elettronico, consigliere delegato della sezione UICI – Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS della sezione di Torino con delega all’informatica e alle nuove tecnologie, è formatore certificato I.Ri.FoR ed esperto di prodotti Apple.
Antonino Cotroneo (ipovedenti). Di origine calabrese, Antonino Cotroneo vive a Milano dove studia Ingegneria Informatica presso il Politecnico e lavora come insegnante di pianoforte. Formatore per disabili visivi nell’utilizzo di tecnologie assistive di lettura, è socio di UICI – Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS e collabora con Fondazione LIA. 
 
Recitazione e tecniche attoriali
Data e sede
Da lunedì 19 a sabato 24 ottobre dalle 10.00 alle 15.00 presso la sala di Rapatika in via Gené 5 a Torino. Il laboratorio ha una durata totale di trenta ore. 
Obiettivi e finalità
Il laboratorio sarà condotto da Alberto Valente, ed è finalizzato all’apprendimento delle tecniche attoriali di base necessarie per un primo approccio alla recitazione.
Programma
Il laboratorio si baserà su testi e articoli che verranno resi accessibili per l’occasione da Fondazione LIA, unendo il tema dell’accessibilità al lavoro teatrale.
Formatore
Alberto Valente. Nato a Torino, dopo aver frequentato la facoltà di Scienze Agrarie si dedica al teatro a tempo pieno lavorando presso diverse attività associative. Esperto in musicoterapia e in danza-terapia, lavora in percorsi pedagogici con bambini, adolescenti, disabili e anziani. È co-fondatore di “URZENE-poesia in azione” con cui da anni pubblica diverse graphic poetry.
 
Dall’ideazione alla messa in scena
Data e sede
Il corso si svolgerà da lunedì 26 ottobre a giovedì 5 novembre dalle 15.00 alle 19.00, presso la sala prove del Teatro Astra, sede della Fondazione Teatro Piemonte Europa, in via Rosolino Pilo 6 a Torino. 
Obiettivi e finalità
Il corso è finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo realizzato in collaborazione con Fondazione Teatro Piemonte Europa e aperto al pubblico in cui verranno scritturati come attori alcuni dei partecipanti al laboratorio che lavoreranno sotto la guida del coordinatore artistico Gianfranco Berardi. Lo spettacolo avrà luogo il 6, 7 e 8 novembre alle ore 19.00 presso il Teatro Astra in via Rosolino Pilo 6 a Torino.
Programma
Verranno selezionati alcuni testi, tra teatro e letteratura, che si concentrano sull’importanza della voce, resi accessibili per l’occasione da Fondazione LIA e adattati da Gianfranco Berardi. Attraverso il lavoro sulla voce dell’attore, i testi verranno trasformati in radiodrammi da teatro, in omaggio alla tradizione orale e al potere dell’immaginazione. 
Coordinatore artistico
Compagnia Berardi Casolari. Nel 2001 Gianfranco Berardi, attore pugliese non vedente, lavorando nella produzione Viaggio di Pulcinella alla ricerca di Giuseppe Verdi di e con Marco Manchisi, incontra sulla scena l’attrice Gabriella Casolari, emiliana, con la quale inizierà un percorso che, dopo varie esperienze con diverse realtà produttive di calibro nazionale e internazionale nel settore teatrale, cinematografico e radiofonico, convoglierà a maggio 2008 nella Compagnia Berardi Casolari.

 

Partner

Fondazione LIA, Libri Italiani Accessibili, è una fondazione non profit che promuove il libro in tutte le sue forme tradizionali e digitali, garantendone i principi fondamentali: accessibilità, integrazione e socialità. 
Fondazione Teatro Piemonte Europa, nasce con l’obiettivo di creare un polo teatrale alternativo di produzione e accoglienza di spettacoli che oltrepassino le frontiere e le forme, in un dialogo permanente con altri centri di cultura teatrale in tutta Europa.
La Fondazione CRT, Cassa di Risparmio di Torino, è un ente privato non profit la cui attività trova radici ideali nell’opera filantropica svolta dal 1827 dalla Cassa di Risparmio di Torino. Prende forma nei primi anni Novanta dalla privatizzazione della Banca CRT.