Reading al buio

Il Reading al buio è un format altamente esperienziale e fortemente coinvolgente attraverso cui affrontare temi come quello dell’accessibilità digitale e dell’inclusione socio-culturale delle persone con disabilità visiva.

Scrittori famosi e lettori non vedenti o ipovedenti leggono alternativamente uno stesso e-Book, testimoniando in diretta il cambiamento messo in atto da LIA grazie a cui tutti possono leggere ciò che vogliono, come e quando vogliono.

Durante il Reading al buio l’autore legge un brano tratto da un suo libro, il lettore con disabilità visiva prosegue la lettura leggendo l’e-Book accessibile LIA in diverse modalità: ingrandendo i caratteri, utilizzando il display braille oppure con la sintesi vocale.

Le parole di un libro prendono forma nel buio e diventano un mezzo per stabilire nuove relazioni, senso di identità, scoperta dell’altro, conoscenza, promozione della propria identità e dei propri valori.

A chi ci rivolgiamo 

  • Medie e grandi aziende che hanno al loro interno risorse umane con disabilità visiva e che intendono realizzare eventi per dare visibilità;
  • Soggetti che si sono affidate a Fondazione LIA per il servizio di consulenza e formazione e che intendono dare visibilità della loro attenzione e del loro impegno rispetto al tema dell’accessibilità e dell’inclusione sociale e culturale.

Perché fare un Reading al buio

  • Per avvicinarsi a temi come l’accessibilità dei contenuti e l’inclusione socio-culturale di persone con disabilità visiva, attraverso un format inedito e altamente partecipativo;
  • Per sperimentare con occhi, mani e orecchie le diverse modalità di lettura di un testo accessibile;
  • Per conoscere come leggono le persone con disabilità visiva, dimostrando le opportunità offerte dal digitale;
  • Per accompagnare eventi aziendali, specialmente per promuovere la comunicazione istituzionale e corporate e la propria responsabilità sociale d’impresa (valori, brand, ecc.);
  • Per attività di team building e team working coinvolgendo le proprie risorse con disabilità visiva.